Oasi  Sahara  tradizione  informazioni  soldi Alimento

Google  
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gallerie di arte nel cuore del deserto libico„              

 La prima persona per coniare questa frase era il frombenius tedesco del Leo dell'erudito, dopo che avesse esplorato le masse enormi di roccia nera a Birgiug, un grande spartiacque che ora si è asciugato su completamente, individuato nel mezzo del plateau di Messak Settafet, Gateway nel Sahara libico.

Una ricchezza dei ritrovamenti scoperti non solo nel Jabal, vicino a Benghazi e il Fezzan, ma anche sui luoghi intorno a Tripoli.

Graffiti inciso sulle pareti della caverna e sulle pitture della roccia, come la serie scoperta a Ain Doua, generato con una tecnica molto raffinata, che documentano una fauna quasi tropicale degli elefanti, dei Giraffes, dei rhinoceroses, dei ostriches e dei coccodrilli dal palaeolithic - ed ancor più recente - alle età Neolithic, che non devono più essere trovate in questa zona.

 Ma che inoltre descrivono gli alberi con i tronchi lunghi e snelli, i grandi e piccoli villaggi, gli shepherds con le loro moltitudini, i bestiami, i bufali e perfino una corsa dei cacciatori che mettono in mostra gli archi, con le loro capanne e stabilimenti.

Testimonianze di un clima che con i millenni si è alterato drasticamente per trasformarsi in sia nella causa che in effetto del deserto avanzante.

Un cambiamento radicale nel bioclimate, ma si a cui equipaggiare ha saputo adattarsi al punto di generazione e di mantenere vivo oggi ad una coltura estremamente affascinante e fiera, conosciuto come “la coltura del deserto„

Desert, tuttavia, è una parola che non può ampiamente descrivere la sensibilità dello spazio nel deserto-scapes ampio; o le forme innumerevoli di vita dell'animale e della pianta che hanno posato le radici là e sviluppato i meccanismi di difesa necessari per sopravvivere.

 Una varietà infinita di paesaggi, dove le zone dell'alternativa al suolo pietrosa con le distese enormi di liscio portato roccia dal vento (Hamada), sale deserts e asciugato-in su i laghi e di dune di sabbia enormi (denominate ramala, o tuaregs dy idhan) che possono raggiungere un'altezza oltre di mille piedi! t!

Dove i gazelles vagano liberamente ed i cammelli ancora rendono il loro servizio indispensabile per equipaggiare.

E dove dormire fuori all'aperto si trasforma in in un'esperienza unforgettable sotto un cielo dei diamanti, portato all'interno della sua stretta dall'atmosfera rarefied del deserto.

Ogni così spesso viene una depressione enorme trasversale, lle zone montagnose isolate che assomigliano “ai bas-rilievi„ e i riverbeds anche secchi-in su, il wadi, che le loro temperature estreme: sweltering durante il giorno e congelare alla notte.

Il deserto libico, infatti, penetra in profondità in Africa in un senso di sud-easterly, seguente gli itinerari antichi del caravan che hanno collegato le oasi del Fezzan con quelle della regione di Tibisti e delle zone interne del Ritaglio

Inoltre estendere all'oasi di Al-Kufrah e fino al bordo egiziano.

La natura è resa ancor più bella da silenzio totale e dagli orizzonti infiniti ed è mescolata in su nella primavera e nell'autunno dal Ghibli di fischio (“verso il sud„ in arabo), il vento che si è trasformato in in un simbolo del deserto in se.

Un lago, circondato da vegetazione lush, flash gradisce le gemme scintillanti fra le dune e l'oasi è l'unico posto in cui la vita è possibile.

Un porto delle palme d'ondeggiamento e dei raccolti coltivati, innaffiato dagli aquedotti e si apre

Canalizzando quello irrigare l'intera zona con precisione geometrica.

E dove alla notte è soltanto naturale uscire ed ascoltare musica, o guardare i balli

Effettuato dalla gente che ha capito che la vita è un regalo meraviglioso.

È coincidenza che gli arabi nei periodi antichi hanno dichiarato: “… se la stupefazione è il primo punto a conoscenza, il nostro deserto è stupefazione in se.„

Abbastanza per dire che libico, che è grande come la Germania, la Francia, la Scandinavia e l'Olanda uniscono, è il Gateway al Maghreb arabo ed il collegamento fra Europa e l'Africa.

È un paese che, più di qualsiasi altro, ha riuscito a restante una terra vergine.

Capace di offerta dei turisti con una passione per il archaeology e un amore dell'avventura, sistemazione di hotel First-class, remains storico impressionante, paesaggi unici, natura in tutto il relativo glory e di colpire i contrasti.

Dai campi del papavero sul litorale, quella stirata fino all'occhio può vedere, all'artemisia e al asphodel che fioriscono sulla pianura di Jifarah, il deserto roccioso di Al Hamra, le montagne di Akakus, le foreste di Hamada di Al di Jabal-Al-Akhdar - la montagna verde - stronghold impenetrabile dei guerrieri libici valiant in cui l'acqua e le cadute abbondano, nuovo„ mondo di A “che ha ispirato Herodotus - non senza buon motivo - dire: „. il nuovo viene dalla Libia. “

Nel tempo, infatti, il mondo conosciuto è stato diviso in Asia, Europa e Libia (che hanno incluso il tutto dell'Africa del nord); un mondo che secondo i navigatori Phoenician ha trasmesso sopra le spedizioni da un pharaoh egiziano è stato circondato da un oceano mysterious e boundless.

E ci è mare molto in Libia: 2000 kms del litorale intatto, le relative acque che colano con i pesci, trascuranti il golfo enorme di Sirt, mare interno della Libia, in cui la pesca di tonno ancora ampiamente si esercita in e dove è sorpresa per trovare le specie di vita marina che sono estinte altrove, ma che hanno trovato il loro habitat naturale in queste acque della camma.

Spiagge della sabbia bianca o dorata fine, o lune a mezzaluna che nestling fra le roccie e scogliere, dove il rumore forte è il suono delle onde che avvolgono il puntello.

E un pavimento di oceano che è una deposizione delle uova - ha macinato per i anemones di gorgonias madrepores.sea e le spugne famose dal golfo di Sirt e dalla baia di Bamba, dove guardare del mare ed i buffs subacquei di archaeology saranno in loro aliment poichè lago un tuffo emozionante nel passato.

Era precisamente lungo il litorale che le città principali dei periodi antichi, falò di civilizzazione che lucidano la loro luce attraverso il Mediterraneo, hanno generato.

Le regioni litoranee di Tripolitania e di Cyrenaica sono state rilevate lentamente dai Cretans, dai Phoenicians, dai Carthaginians, dai Greci e dal Romans, che li ha dichiarati BC province in 75 ed infine dal Byzantines.

Inizialmente questi stabilimenti hanno funzionato semplicemente come emporia, cioè gli orificii ed i mercati usati per il commercio e per intraprendere i rifornimenti durante i viaggi lunghi del mare, ma più successivamente erano di diventare reali città-dichiara di importanza primaria, impiegando i territori vicini dell'eccedenza considerevole di influenza.

Come Cyrene (Shah'hat), un centro artistico lauded dal Pander e da Herodotus, che ha rimasto là durante i suoi viaggi lunghi, fondato BC in 631 da un gruppo dei settles che avevano fuggito la carestia che stava devastando la città di Thera ed avevano individuato sul litorale che libico la molla eterna ha indicato dall'oracolo di Delphic.

Durante gli anni che sono seguito Cyrene si è trasformato in nella città greca più importante in Africa del nord, ma successivamente è stato staccato da disputa interna che ha aperto la strada per il periodo dell'occupazione romana, che ha raggiunto il relativo apogeo sotto l'imperatore Augustus.

Cyrene si è trasformato in così nella città principale di intera regione, fino ad una serie di sommosse violente nel secondo ANNUNCIO di secolo determinato il relativo declino graduale ed inevitabile.

Una storia arricchita dalle influenze culturali varie ed eventi che vivono sopra in

Majesty di Unchanging delle tempie rovinate di Zeus ed Apollo (sacred all'oracolo di Delphic), nel Tolemaion, il teatro ed il Agora ed il Acropolis monumental.

Come Sabratath, fondato BC nel nono secolo dai Phoenicians come centro commerciale, più successivamente per essere assorbito BC come molte altre città - dall'impero romano nel secondo secolo.

Sabratah è reso ancor più magnifico dal relativo - e virtualmente intact - teatro d'imposizione, di cui l'acustica perfetta ancora consente le prestazioni delle esposizioni, dei concerti e dei giochi; è Amphitheatre: Tribuna e tempiale del IS-IS.

 O come il Magna di Leptis (Libdah), una città romana che sotto il septima di gens si è trasformata in in una dei la più prominenti nel mondo antico, in termini di pianificazione strategica di città e di importanza.

Libdah è stato fondato BC dai Phoenicians alla bocca del Wadi Libdah nel primo secolo.

L'architettura della città è magnificeny, anche se data soltanto al secondo ANNUNCIO di secolo, quando Septimius Severus, un cittadino di Libdah che si è trasformato in in imperatore, conced sulla sua città natale dignità che ha meritato.

Ciò ci dà la possibilità oggi di ammirare il Amphitheatre ed il Circus Equestrian, il teatro ed il remains del mercato e una vasta zona imperiale, vicino all'orificio ed ai bagni, che Septimius aveva costruito, con il relativo columned il senso, la tribuna, Basilica, Nymphaeum e la serie di archi monumental.

Ma i tesori silenziosi della Libia sono qualcos'altro.

Dobbiamo accennare soltanto Apollonia (Susah), l'orificio originale di Cyrene che si è trasformato in nel capitale della regione nel quinto ANNUNCIO di secolo e di Teuchira Arsinoe (Tukrah), una città dell'origine spartana che è stata regolata dal dynasty di Ptolemaic e più successivamente ci siamo trasformati in in uno stabilimento Graeco-Romano e nel garrison Byzantine più importante in Cyrenaica.

 Allora là Oea, Tripoli dell'oggi e Euesperide, ora conosciuto come Benghazi.

Ci non è una delle civilizzazioni che sono fiorito nel Mediterraneo che non ha lasciato il relativo contrassegno sulla Libia.

In primo luogo sono venuto i Phoenicians, allora i Greci, i Carthaginians, il Romans, Vandals e il Byzantines. Ma infine gli anni tirannici della regola Byzantine conclusi nel settimo ANNUNCIO di secolo quando i musulmani arabi sono venuto in Libia spargere l'Islam, la religione della destra e la giustizia e la Libia si sono trasformati in in una parte della nazione islamica.

Una storia che ha relative radici nella coltura di Garamantes, che realmente va BC indietro fino a 5000.

Le città che sono situate spesso all'interno delle oasi, ma in una posizione strategica vicino al caravan dirige sempre.

A Jarmah, luogo del capitale abitato dalla gente libica antica.

E a Awjilah, fondato nei periodi prehistoric, che hanno preso il nome della famiglia dalla penisola araba che la ha governata per un periodo lungo.

La città più importante di quell'era fino a venire dell'Islam, è stata usata come base per la conquista delle zone restanti dell'Africa.

Un viaggio che non potrebbe ma continua a Ghirza, una città che ha fiorito nel primo ANNUNCIO di secolo in una zona semideserta ed ha continuato a prendere una posizione principale malgrado la presenza romana.

lo splendour antico 1ts è ancora visibile nelle rovine che caratterizzano i sepolchres nella figura di un tempiale, di cui lo stile è ricco di elementi Hellenistic.

Allora arrivare a Ghadames, conosciuto come “il gioiello del deserto„, famoso per le relative case con la loro architettura e decorazione incredibili.

Dove il bianco sembra ancora più bianco e l'azzurro del cielo ancor più.

O l'oasi di Ghat, 500 kms da Sabha e la città di Zuwaylah, uno degli più importanti nel Fezzan, dove i tesori archaeological islamici che datano al periodo di Fatimid sono stati scoperti.

Ma la Libia oggi inoltre significa le città moderne, gli orificii, gli aeroporti, gli hotel, le infrastrutture economiche, le università, i centri di coltura islamica ed i centri industriali importanti innestati per cambiare.

A Tripoli - che realmente resalg a quarto ANNUNCIO di secolo - una strada trasversale in cui gli eventi storici e gli stili architettonici vengono a contatto di, comprendente il monumental

Al-Hamra di Al-Saraya (Ffortress rosso), che è in molti sensi un simbolo della città. E le vie caotiche e avvolgenti di vecchia città.

I mosques sacred, le gemme reali di architettura islamica e le stalle nel Sug, una dell'più occupato e più ammucchiata nel paese.

In Benghazi, situato fra il mare ed i laghi litoranei, entrambi i punti alto-rated di vacanze. È un centro culturale ed economico estremamente importante, che fa una parte importante nell'amministrazione dei campi petroliferi scoperti nella retroterra di Saharan.

Ed allora ci è Misratah, Sabha, Sirt, Al-Bayda, Darnah, Tubruk

I nomi che evocano i dati storici differenti, i caratteri vari ed i destini, ma che tutti danno lo stesso significato ad ospitalità.

Una parola sacred nella terra della Libia che è così fedele alle relative tradizioni che riflettono lo spirito della gente libica.

 

Potete assagiarli nei piatti dal local le pasticcerie e il cuisine generalmente, che è poco un piccante ed abbastanza squisito. Prendere Cus-cus, per esempio, un piatto africano del nord tipico, o un vassoio libico tradizionale denominato Bazin.

O scegliere da una miriade di altre piastre che sono una festività reale dei pesci, agnello, verdure e riso.

In Libia inoltre provate i cuisines da tutte le parti del mondo: il Medio Oriente, Italia-o qualsiasi altri che potrte immaginare!

Potete vederli nei handcrafts. Qui gli artigiani stimano le tecniche antichissime che ancora usano generare, con cura loving, la mano squisita - articoli fatti, come ceramica da Ghadames e le moquette di Kilim, di Fezzan, pattini ed oro delle merci del cuoio e piatti di rame a filigrana e impressi d'argento, vassoi d'ottone battuti e panni magnifici.

Potete ritenerli nel folclore, dove le festività e le tradizioni dell'origine antica vivono sopra, enlivened da musica e dai balli popolari come Al-KASKAH, Al-Hatabah, il Jebel, il ballo del Bedouin e la spada balla, una miscela sbalorditiva della tolleranza ed agilità che simbolizza il coraggio.

Il libico è tutto questo. E più.

Un mondo che ancora deve essere scoperto, così vicino al cuore di Europa ed al resto dell'Africa.

È forse uno dei pochi posti nel mondo capace di offerta de tutti i generi di eccitamento per popolare chi ancora hanno un cuore ed il desiderio sognare.

E - MAIL : TOURLIBYA@GMAIL.COM